Home |

  Dove si trova Sovereto  |

Contattaci |

  Come raggiungere Sovereto |

  Lascia un commento 

S. Andrea a Sovereto, un volto erratico per un corpo frammentario

Nella Pinacoteca Provinciale di Bari si conserva un frammento staccato a massello che raffigura  il volto dell’apostolo Andrea, delle dimensioni di cm 44 X 30. Il pezzo, proveniente da Villa San Giuliano presso Terlizzi, era appartenuto a Gennaro De Gemmis e venne donato alla Pinacoteca nel 1957.
L’opera  è stata oggetto di numerosi studi critici a partire da quelli di Pina Belli D’Elia che la datava al XIV secolo, ipotesi avvalorata successivamente da Valentino Pace, che metteva in relazione l’affresco conservato a Bari con una testa senile presente a Cipro nella chiesa di Amasgou. Infine Marina Falla Castelfranchi nel 1991 ha anticipato la datazione dell’affresco alla seconda metà del XII secolo, in relazione alla testa affrescata di un Profeta nella chiesa di Kosmosoteira di Pherrai in Tracia inserita in un ciclo datato al 1152 circa.

santoandrea


L’attribuzione all’apostolo Andrea è stata avanzata in base ad alcuni particolari iconografici riscontrabili nel volto.
La folta capigliatura, la barba fluente e l’aspetto “selvatico” sono gli elementi caratteristici dell’iconografia del santo rappresentato come un apostolo anziano con i capelli scarmigliati e la barba bianca. Completano gli attributi un rotulo e la croce simbolo del suo martirio.
Il volto del santo conservato nella Pinacoteca di Bari mostra una piccola sezione di un’aureola perlinata, elemento comune a molti affreschi dell’area pugliese.
Recenti indagini condotte in una zona a nord di Bari, nel territorio compreso tra i comuni di Terlizzi e Bitonto, hanno portato alla luce un ciclo di affreschi conservati, in cattivo stato, nell’abside della chiesa di S.Maria di Sovereto.
Si tratta di un ciclo sommariamente già descritto da uno storico locale del Secolo scorso che rilevava nell’abside dell’antica chiesa di Sovereto un affresco raffigurante un Cristo Benedicente con quattro apostoli di cui ne identificava due: Sant’Andrea e San Pietro.
Gli affreschi, che oggi si presentano molto rovinati a causa dell’azione dell’umidità e delle muffe, sono ancora in parte leggibili. Nella zona del catino appare una monumentale figura acefala che rappresenta il Cristo Pantocratore caratterizzato da un panneggio dagli ampi volumi ottenuto con larghe pennellate. Il Cristo è realizzato su uno strato di intonaco sovrapposto a quello su cui sono dipinte le figure superstiti di due apostoli che campeggiano su un fondo bicromo.

sant andrea2
Infatti a partire dalla sinistra del cilindro absidale si può osservare, all’interno di una linea di contorno, la figura monumentale di un santo con aureola perlinata e tunica che presenta un panneggio ottenuto con pennellate morbide ed un tratteggio pronunciato che ne evidenzia il chiaroscuro. Nella parte in alto appare l’iscrizione latina che indica l’apostolo S. ANDREAS.
Accano a questo, inserito nella stessa cornice, appare la parte superiore della testa di un santo che presenta lo stesso tipo di aureola. Dai caratteri della capigliatura, ottenuta con pennellate rapide e di buona qualità, che attestano la presenza di un abile maestro, si identificano ciocche di capelli riccioluti, caratteristica iconografica dell’apostolo Pietro.
Andrea, fratello di Pietro e come lui semplice pescatore, e identificato, nella liturgia bizantina come protoclitos, cioè “il primo chiamato; infatti fu uno dei primi seguaci di Cristo. Oltre ad essere fratelli e semplici pescatori, Pietro e Andrea furono anche accomunati dalla stessa morte, entrambi crocefissi a testa in giù, tanto che nell’iconografia antica S. Andrea, insieme a Pietro e Paolo, ha una tipologia ben definita con l’aspetto da uomo “incolto”, come il suo maestro Giovanni Battista, e la croce, simbolo del supplizio.
La raffigurazione dell’apostolo Andrea ebbe diffusione in Italia tra VI e VIII secolo; l’immagine del santo è rintracciabile nei mosaici di Ravenna (San Vitale e Sant’Apollinare Nuovo), negli affreschi romani di S. Maria Antiqua e S. Clemente; più tarde (del XII secolo) sono le rappresentazioni siciliane del santo con gli attributi iconografici del libro e della croce latina presenti nei mosaici del Duomo di Cefalù, della Cappella Palatina e della Martorana di Palermo.
Attributi che purtroppo sono andati dispersi nella raffigurazione dell’apostolo rintracciata nell’abside della chiesa di Santa Maria di Sovereto, al quale va integrata verosimilmente la testa erratica conservata nella Pinacoteca Provinciale di Bari. Lo confermerebbero alcuni elementi stilistici e iconografici tra i quali l’aureola perlinata, appena visibile nella testa staccata, ma in tutto simile a quella di Sovereto, nonché la monumentalità della figura del santo che ben si addice a quel volto dai tratti marcati e fortemente espressivi.
Inoltre il modo di rendere i particolari come la barba, con pennellate fluide e articolate, appare lo stesso di quello utilizzato per “tracciare” le ciocche del santo posto alla destra di S. Andrea nell’abside di Sovereto e identificato come S. Pietro, del quale rimane soltanto la parte superiore del capo.
Dunque la stessa mano di un maestro dalle capacità che realizzò un ciclo di affreschi, ancora completamente da indagare, nell’abside di una chiesa appartenuta all’ordine monastico-cavalleresco di S. Giovanni di Gerusalemme.
La datazione del ciclo e, quindi del Sant’Andrea, rimane ancora ignota; non ci sono riferimenti documentari, ne’ iscrizioni o fonti dirette che ne possano indicare la data di esecuzione. Rispetto agli studi precedenti l’attribuzione del volto agli affreschi superstiti nell’abside di S. Maria di Sovereto, offrono l’ulteriore possibilità di porre in relazione le immagini dipinte con il periodo durante il quale la chiesa venne edificata. Anche in questo caso sono poche le notizie fornite dalle fonti, dalle quali si apprende dell’esistenza di una ecclesia a Sovereto già nel 1175 che nel corso del XIII secolo divenne un importante santuario che amministrava un discreto patrimonio fondiario.
Purtroppo della chiesa, edificata sopra una grotta, luogo del rinvenimento di una sacra icona che rappresentava la Vergine Hodrigitria, non rimangono che poche tracce riferibili al medioevo. Intatta si conserva soltanto la zona absidale che, per i caratteri di esecuzione e gli elementi decorativi – le colonnini, i capitelli decorati con elementi fitomorfi, gli archetti pensili e l’elegante monofora – rimandano ad un linguaggio proprio del maturo romanico e ad una ricca committenza.
Alla luce di tali indagini il ciclo di affreschi mostra, per quel che riguarda le figure degli apostoli del cilindro absidale, uno stile monumentale riferibile alla mano di un maestro che operò, presumibilmente, alla fine del ‘200, nel periodo durante in quale la ecclesia di S. Maria di Sovereto è ricordata come domus praeceptoria del cavalieri dell’Ospedale di S. Giovanni di Gerusalemme.

Maria Vacca, Studi Bitontini – 67,1999,39-44

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Il Borgo Informa

Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Sovereto lungo la
Via Francigena del Sud.
Dai crociati
ai nuovi pellegrini

La storia del borgo


Benvenuti nuovi amici
iscritti alla nostra
newsletter!
A breve info dal Borgo!

Iscriviti anche tu!


Week End nel nord barese:
parti da Sovereto
alla scoperta della
Puglia Autentica

Lasciati ispirare


Nuovo servizio ferroviario!
Raggiungici direttamente
dal terminal
dell'aeroporto di Bari!

Scopri come


Iscriviti alla newsletter

Sarai sempre informato sugli eventi che si tengono nel borgo.